Blog

“Svegliali tu”, il nuovo singolo di Alfina Scorza

“Svegliali tu”, il singolo uscito l’8 settembre su tutti gli store digitali, segna il ritorno discografico della cantautrice Alfina Scorza, che in questo brano si avvale della partecipazione straordinaria di Brunella Selo, ricercata cantante napoletana.

Il testo di “Svegliali tu” è ispirato alla vicenda della quattordicenne Carolina Picchio, ragazzina suicida nel 2013 a Novara vittima di cyberbullismo. Prima di morire, Carolina scrisse “Le parole fanno più male che le botte. Ma a voi non fanno male? Siete così insensibili?”. Nel testo, l’Autrice non si risparmia, abbassa il velo del buonismo e dell’ipocrisia usando parole forti e inequivocabili. Il titolo è la versione in italiano di un verso che nella canzone è in napoletano: “E scetali, tu che ‘o può fa!”.

“Svegliali tu” anticipa anche il nuovo album “Le lettere di Jo” (etichetta Bit & Sound Music), atteso a ottobre, con nove brani “impegnati” che trattano tematiche delle donne, in un importante lavoro discografico di ricerca musicale e maturità artistica della talentuosa ed originale cantautrice salernitana, che ama contaminarsi col tango, col flamengo, con la bossanova e tutto collegato alle sue radici cilentane.

Alfina Scorza esplora sin dall’età adolescenziale vari aspetti musicali, studiando il pianoforte classico, arrivando poi alla musica jazz e latina, laureandosi con lode in canto jazz al Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino. Di assoluto prestigio il suo curriculum artistico. Nel 2011 è vincitrice assoluta con il brano “Di rosso e sensualità” del “Premio Anacapri Bruno Lauzi”, concorso internazionale per la canzone d’autore seguito da Uno Mattina e Rai 3. In tale contesto si aggiudica anche il “Premio Alessandra Cora” come migliore interprete femminile. Nell’ottobre 2013, col brano “Li penzieri” si colloca nella rosa dei 10 finalisti del prestigioso “Premio Andrea Parodi”, concorso internazionale di world music. Il 26 luglio 2014 si esibisce in piazza San Costanzo a Sanremo, nella rassegna “Il Tenco ascolta”, organizzata dal “Club Tenco” in qualità di cantautrice emergente.

Rientra tra le 11 finaliste del Premio Bianca D’Aponte. Tale premio le porta molta fortuna: le viene consegnata la Targa Siae come migliore composizione per il suo brano “Suona forte” e le viene offerta da Mariella Nava la possibilità di un contratto discografico con la sua nuova etichetta “Suoni dall’Italia – Produzioni musicali”. Nel luglio 2015, con il brano “La tortura” è finalista del prestigioso “Premio Bindi”.

Il primo album dal titolo “Di rosso e sensualità” viene pubblicato il 18 dicembre 2015 e raggiunge il 3° posto su Amazon nelle classifiche della musica digitale. Ad agosto 2016 il suo disco è candidato alle “Targhe Tenco” come migliore opera prima. Il 22 ottobre dello stesso anno è tra i protagonisti della rassegna del “Premio Tenco” con Morgan, Roy Paci, Marina Rei ed altri, nella terza serata dedicata al cantautore, accompagnata dall’orchestra di Mauro Ottolini. Il 29 settembre 2017 esce “Così sia”, singolo e videoclip che segna l’avvio del nuovo corso di Alfina Scorza con l’etichetta discografica “Bit & Sound Music” ed il produttore Tino Coppola, per la quale è uscito ieri “Svegliali tu” e ad ottobre uscirà l’album “Le lettere di Jo”.

È di pochi giorni fa, il 4 settembre, il prestigioso ritorno di Alfina Scorza al “Premio Tenco”, in particolare alla sezione “Tenco Ascolta” a Piombino, accanto – tra gli altri – ad un autore del calibro di Brunori Sas.

Sul canale ufficiale YouTube di Alfina Scorza è disponibile il videoclip di “Svegliali tu” (https://bit.ly/3h9Qshv), girato tra Aliano in Basilicata e Napoli e magistralmente diretto dal regista di Buccino – ma anche musicista e produttore musicale – Daniele Chiariello (al suo attivo i film “Due un po’ così” e “Zio Angelo e i tempi moderni”).